Eseguire un backup di SQL Server sullo storage di Azure

Pubblicato: 21 maggio 2014 in Azure, backup, Senza categoria, sql, sql server
Tag:, , ,

Con SQL Server 2014 ed il Cumulative Update 2 della Service Pack 1 di SQL Server 2012 è stata introdotta l’opzione “TO URL” del comando BACKUP, che permette di memorizzare direttamente un file di backup sul blob storage di Azure. L’operazione è possibile anche con le versioni precedenti (2005, 2008, 2008R2) tramite il tool “SQL Server Backup to Windows Azure”, reso disponibile nei primi mesi del 2014.

I vantaggi che una soluzione simile mette a disposizione sono diversi, tra cui:

  • non ci si deve preoccupare della gestione dello spazio che si ha a disposizione e di gestire hardware dedicato al backup, ma eventualmente verificare lo spazio occupato per una stima dei costi
  • è possibile optare per una soluzione ridondante a livello geografico oltre che locale (ad un costo praticamente doppio), soluzione comunque che garantisce un elevato livello di ridondanza
  • riduzione dei costi di gestione, 1Tb a poco meno di 18€ mese nel caso di ridondanza locale e poco meno di 36€ mese nel caso di ridondanza distribuita; e naturalmente si paga a “consumo”.

Naturalmente lo svantaggio principale è il fatto di avere tempi di backup e restore proporzionali alla larghezza di banda.Veniamo ora ai prerequisiti per effettuare tale operazione, oltre ad avere una sottoscrizione Azure a disposizione

Prima di tutto dobbiamo avere a disposizione un account di archiviazione; se non già presente dobbiamo collegarci alla pagina di gestione del nostro abbonamento, selezionare “Archiviazione” e poi click su “Crea account di archiviazione”

clip_image002

Ci appare a questo punto la maschera di creazione nella quale specifichiamo il nome del nostro URL, la posizione dello storage e il livello di ridondanza.

clip_image003

Dopo alcuni secondi l’account è pronto è ci viene visualizzato; questo in sostanza è un po’ il nostro “entry point” per qualsiasi tipo di archiviazione.

clip_image005

Per potere utilizzare lo spazio a disposizione è però necessario creare un “container” per i nostri files, ed è possibile creare più container all’interno dello stesso account di archiviazione. Per fare questo è necessario effettuare un click sul nome per arrivare alla pagina di gestione dell’archiviazione, all’interno della quale bisogna effettuare un click su “Contenitori”.

clip_image007

Per poi poterne creare uno per la memorizzazione dei backup.

clip_image009

In questo caso come tipo di accesso è stato scelto privato in quanto si è deciso di non condividere gli oggetti presenti nel contenitore.

clip_image010

Dopo alcuni secondi ci viene mostrato il nuovo contenitore.

clip_image012

A questo punto è necessario recuperare le chiavi di accesso per potere accedere in scrittura all’account di archiviazione appena creato e ai vari container; click su “Archiviazione” e poi “Gestisci chiavi di accesso”.

clip_image014

Appare la maschera con i dettagli, dalla quale è possibile fare un semplice copia/incolla dei valori riportati.

clip_image015

Per potere effettuare un backup sullo storage di Azure da SQL Server è necessario creare delle credenziali per potervi accedere; dal Management Studio è necessario espandere il folder “Security”, poi tasto destro su “Credential” -> “New Credential”, popolando poi i campi in modo opportuno. In questo caso ho usato il nome del container come Credential e il nome dell’account di archiviazione come Identity per comodità d’uso.

clip_image017

L’ statement T-SQL associato è

USE [master]
GO
CREATE CREDENTIAL [sqlbackups]
WITH IDENTITY = N'maurmun',
SECRET = N'xxxxxxxxxxxxxxxx'
GO

Dove al posto delle varie x è necessario inserire la chiave di accesso al proprio account di archiviazione.

Per effettuare un backup è sufficiente poi comando del genere

BACKUP DATABASE [master]
TO URL = 'http://maurmun.blob.core.windows.net/sqlbackups/master.bak'
WITH CREDENTIAL = 'sqlbackups'

clip_image019

Volendo effettuare il backup dal Management Studio occorre ricordare che la destinazione “URL” è disponibile solo con la versione 2014.

clip_image021

Con SQL Server 2014 è possibile effettuare anche la cifratura del backup stesso, per un ulteriore sicurezza del dato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...